The Sims freeplay fa schifo

Qualche mese fa è uscito The Sims freeplay (conosciuto anche come The Sims gratis) per il mio BlackBerry Z10. Recensioni entusiastiche, grafica da console, non vedevo l’ora di scaricarlo. Però ero in vacanza e non potevo scaricare 700 mega col 3G.

Recentemente me ne sono ricordato: adesso, a casa, col wifi illimitato, l’ho subito scaricato.

Bellissimo, fatto bene, perdo un’oretta a creare tre Sims e poi mi finiscono i soldi.
Vabbé, continuerò domani, mi dico.

Il giorno dopo però sono troppo impegnato col lavoro, la riapro solo dopo un paio di giorni mentre sono in fila alle poste.
Shock! Tutti i miei Sim sono moribondi! Io davo per scontato che il gioco si fermasse mentre fosse chiuso. Poco male, mi dico, basterà fare una breve dormita, una veloce doccia, un salto al bagno, un veloce pranzetto, un po’ di TV e farli chiacchierare un po’ tra di loro.

SBAGLIATO! I tempi sono quelli reali! Per fare la veloce dormita ci vogliono 8 ore! Per guardare la televisione ci vuole mezz’ora; per cucinare e mangiare ci vogliono due ore, e così via! E no, non possiamo dargli una lista infinita di cose da svolgere in nostra assenza! I Sim inoltre sono totalmente incapaci! Devono andare in bagno? Anche se non hanno nulla di meglio da fare, se non glielo dite, si pisceranno addosso!

Quindi, se per un giorno non giocate, dovrete perderne tre per far ritornare tutti i livelli a posto… oppure PAGATE e li riportate al massimo!

Certo, coi due giga di ram del BlackBerry Z10 (il quadruplo dell’iPhone 4S e il doppio dell’iPhone 5), non è affatto un problema lasciare il gioco aperto per sempre ed entrare ogni 5 minuti a dire “ehi vai in bagno”, “ehi fai una doccia”, “ehi lavati le mani”, però in questo modo diventa una droga, diventa un’abitudine più che uno svago!

Le opzioni sono tre:

  1. Lasciarlo attivo per sempre e dedicare la mia vita ad esso, alienandomi dal mondo reale
  2. Spendere un paio di euro OGNI VOLTA che ci gioco
  3. Disinstallarlo e lasciare una recensione a 1 stella

Indovinate cosa ho fatto…

La mia opinione di American Airlines

Aggiornamento: mi ha contattato il supporto clienti e mi ha detto che sono spiacenti e che è in corso da 4 anni un ricambio completo della loro flotta aerea.

Sono stati veloci, precisi e cortesi, ho cambiato la mia opinione.


Post originale:

Qualche mese fa sono andato a Miami con un volo American Airlines. Il peggior aereo che io abbia mai preso! Perfino peggiore di quando viaggiai con Spring Airlines, la Ryanair della Cina!

Il biglietto era solo 50 euro più economico di uno Lufthansa, ma il servizio che ho ricevuto è stato veramente pessimo.

Ho quindi scritto questa lettera al loro centro reclami (l’ho scritta in inglese, l’originale è qua)

Buongiorno. Recentemente ho avuto il “piacere” di volare con American Airlines, su un volo transatlantico.

Sono rimasto scioccato a scoprire quanto sia obsoleto il sistema di intrattenimento nell’aereoplano.

Un minuscolo TV  a tubo catodico da 13 pollici, distante 10 metri dalla mia postazione? Siamo negli anni ’80?
L’audio era pieno di fruscii e rumori, come se venisse da una radio vecchia di trent’anni.
Forse questo sistema di intrattenimento era il top di gamma nel 1982, ma ehi, è tempo di pensare a fare un aggiornamento!
Sì, aggiornare tutti i vostri aerei vi costerà un sacco di soldi, ma quanti clienti perderete se offrite un servizio del genere??

E non sto parlando solo del sistema di intrattenimento, è tutto obsoleto.

Dalla livrea degli aerei, che ricorda gli anni ’70, al sistema di prenotazione.

Il volo di ritorno era in codeshare con la British Airways, ma il vostro sistema a Miami non riusciva a trovare la mia prenotazione. Sono stato mandato al bancone BA, poi mi hanno rimandato indietro perché era operato da voi. A tal punto, vi siete accorti che la coincidenza che dovevo prendere a Heathrow non poteva essere emessa, sarei dovuto uscire e rientrare dall’aeroporto, anche se è sempre un volo nel network oneworld.

Perché questo non succede con Lufthansa e il network Star Alliance? Perché non succede con Air France e Skyteam? Perché hanno investito un sacco di soldi e hanno aggiornato i loro sistemi, invece di tenerli obsoleti come voi.

Alitalia ha grossi problemi finanziari, ma quando ho viaggiato con loro, avevano un sistema di intrattenimento all’avanguardia: porte usb per caricare telefoni o per riprodurre filmati personali da pennine e hard disk; centinaia di film, e così via.

Direte “ma anche i nostri 777 hanno un sistema di film on demand”. Beh, è più simile a una televisione analogica: solo quattro film, e non puoi decidere quando iniziare la visione. Magari nel 1994 sembrava fantastico, ma oggigiorno non lo è.

In conclusione: avete risparmiato e non avete aggiornato i vostri aerei negli ultimi trent’anni, ma adesso avete perso un cliente, e chissà quanti altri seguiranno il mio consiglio. Vi è convenuto?

Chissà se mi risponderanno.

Di sicuro so che non volerò mai più con loro.

(Aggiornamento: a febbraio 2014 ho preso un altro volo American Airlines e la mia esperienza è stata molto migliore)